Un Testimone Coraggioso

“Ho visto e ho testimoniato…” (Gv 1,29-34)

Testimone…. È proprio questo che vedo ascoltando il Vangelo di questa domenica (Gv 1,29-34). La figura di Giovanni Battista descrive, infatti, pienamente un testimone: Giovanni viene presentato come colui che riconosce Gesù quale inviato dal Padre. Chi è un testimone? “Chi ha assistito a un fatto o ha avuto diretta conoscenza delle circostanze in cui si è svolto e per questo può farne fede”, così recita la definizione. Giovanni Battista mi sembra essere testimone perché vede Gesù, lo identifica, lo riconosce apertamente, pubblicamente, con verità. Noi giovani siamo abituati a fotografare con i nostri smartphone le persone, gli oggetti, le cose, gli avvenimenti, per poterli ricordare, per poterli riprendere, verificare il vero, testimoniare che realmente ci sono stati. Giovanni mi sembra fare una cosa simile, descrive con sincerità quello che ha visto!

Assisi, Pellegrinaggio delle Sentinelle del Mattino, luglio 2022

Testimone dello Spirito

Il Vangelo ci dice che Giovanni “non conosceva”, non sapeva che Gesù era il Messia, ma ha saputo vedere lo Spirito posarsi su Gesù (cf. 1,32.34). E’ difficile riconoscere lo Spirito Santo, perché spesso non abbiamo gli occhi per vederlo, o forse i nostri occhi sono troppo occupati. Ho imparato che lo Spirito si riconosce dai suoi doni (amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé” (Gal 5,22, Is 11,2), dai suoi frutti (cf. Gal 5,22), dalla Sua presenza (cf. 1Cor 12,4-11) negli uomini e nelle loro relazioni. Non conoscevo lo Spirito, non ne vedevo l’esistenza, ho imparato a vederlo nel servizio che svolgo nel percorso delle “Sentinelle del Mattino“. Ero molto lontano dalla fede ed in particolare dall’Eucarestia. Anche se ero presente e partecipavo ogni domenica, l’Eucaristia non mi diceva nulla. L’esperienza che ho vissuto nelle “Sentinelle del Mattino” mi ha fatto sentire parte di qualcosa. Mi ha fatto vedere lo Spirito nella comunione con le persone che mi sono a fianco e che vivono un’esperienza con me. Solo lo Spirito Santo può portare questo dono! Ho imparato a vedere e riconoscere Gesù che molto spesso si presenta proprio nelle parole di alcuni ragazzi, spesso nell’ultimo del gruppo. All’inizio del servizio pensavo di dover dare io qualcosa. In realtà, ho capito che ricevo io di più, e che sto imparando a vedere lo Spirito.

Pellegrinaggio Sentinelle del Mattino, Assisi 2022

Testimoni Autentici

Nella mia vita, nelle relazioni con amici e colleghi, non è mai stato semplice essere Testimoni autentici come Giovanni. Ho sempre avuto una grande difficoltà ad esprimere con le parole quello che per me è Dio, cosa significa avere Fede. Nonostante per me il non parlare sia estremamente difficile, ho imparato che la testimonianza più forte non sono le tante parole ma è la nostra stessa vita. Per me è stato così. Ho conosciuto Dio attraverso tanti testimoni che ho incontrato nella mia vita. Queste persone si sono fatte, nella mia vita, strumento dell’amore di Dio, amandomi, incondizionatamente e senza pretendere nulla in cambio. Mi sono sentita una “figlia” amata. Questo amore che ho ricevuto posso testimoniare che viene da Dio!


Testimoni dell’Agnello

Spesso corriamo il rischio di testimoniare un Gesù diverso dalla realtà, la nostra idea di Gesù. Giovanni presenta Gesù come un agnello! Un indifeso, un piccolo da sacrificare! Un’esperienza che ci ha aiutato molto è stata quella di riconoscersi piccoli. Il percorso delle Sentinelle del Mattino ci ha insegnato questo: Essere piccoli non vuol dire essere ultimi, ma vuol dire sapersi mettere da parte perché si riconosce il dono presente negli altri, anche in chi è più piccolo e con meno esperienza di noi. È fare crescere Gesù negli altri! In questi anni abbiamo sperimentato realmente cosa vuol dire essere gruppo: scoprire che dove non arrivi tu, ti aiuta qualcun altro. Riconoscersi piccoli non è facile. Abbiamo lottato contro il nostro ego e contro la nostra presunzione di essere dei superman. Rendersi conto dei propri limiti è stato un momento di crescita personale ed anche di gruppo, perché attraverso questi momenti scopri i doni dello Spirito in te e negli altri.

OscarTheWild & ME26, domenica 15 gennaio 2023


Missione Natale 2022, Sentinelle del Mattino

❗Che cosa è il Dono-blog?

La parola Blog viene da web-log, che si può tradurre come «diario in rete». Abbiamo unito Blog con Dono perché quello che riceviamo ogni settimana da Dio potesse diventare Dono per tutti. Sono le loro esperienze reali dei giovani delle Sentinelle del Mattino, il Dono di un pezzo della loro vita!

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Follow by Email
see our video
see our video
follow us on Instagram
WhatsApp